I protagonisti 

Domenico Campeglia

Ideatore del blog affaripubblici.org, di cui ne è direttore editoriale. Laureato in Scienze Politiche presso l’università di Salerno, ha poi studiato gestione dei fondi comunitari e gestione e strategia d’impresa. Sposato e padre, è imprenditore nel settore alimentare. Precedentemente ha lavorato all’interno di grandi network in franchising come Area Manager. Ha collaborato con diverse testate giornalistiche locali, curandone le pagine politiche ed economiche. Ha la passione per la politica, milita in associazioni di area liberale. Si interessa ai temi della pressione fiscale, della spending review, della cultura e del turismo.  

Antonluca Cuoco

 

Nato a Salerno, cresciuto tra Etiopia, Svizzera e Gran Bretagna. Laureato in Economia Aziendale si occupa di Marketing e Comunicazione per il settore dell’elettronica di consumo. Collaboratore di varie testate editoriali, tra cui “Il Denaro”, dove cura la rubrica “I caffè liberali”. Si definisce un “Terrone 3.0”. È fermamente convinto che il declino del nostro paese potrà arrestarsi solo quando concorrenza, merito e stato di diritto verranno premiati. Politicamente di estrazione liberale.

Federico Cartelli

Padovano, classe 1983, laureato in Scienze Politiche all’Università Federico II di Napoli; liberale nei giorni pari, libertario nei giorni dispari, conservatore nei festivi. Durante gli studi universitari inizia ad interessarsi al mondo dell’editoria online. Nel novembre 2011, dopo una breve esperienza come blogger, è co-fondatore e direttore di The Fielder (thefielder.net), think-lab internazionale che offre analisi sui principali temi della politica italiana e mondiale, dell’economia e della finanza, del diritto e della scienza. Ha recentemente scritto “Costituzione, Stato e Crisi”, un saggio sulla necessità di una revisione in chiave liberale della nostra carta costituzionale.

Luca Nannipieri

Saggista, direttore del Centro studi umanistici dell’abbazia di San Savino a Pisa. Collabora con Il Giornale e Panorama. Suoi articoli sulla cultura sono usciti anche su Libero, Europa, Il Resto del Carlino e nell’edizione toscana del Corriere della Sera. Conduce la rubrica “SOS Patrimonio” su RaiUno. E’ membro del Comitato scientifico della Fondazione Magna Carta.

Ivo Allegro

 

Svolge da oltre 20 anni attività di consulenza a favore di clienti privati e pubblici con una particolare focalizzazione sulle tematiche amministrative e del corporate finance, del controllo e dei processi, dei fondi strutturali, dello sviluppo locale e del Partenariato Pubblico-Privato. Ha lavorato, in staff alla Presidenza, per IG S.p.A. (oggi Invitalia), Valdani, Vicari & Associati e Ernst & Young Financial Business Advisors. Oggi è A.D. di Iniziativa, acquisita nel 2005, con un operazione di management buy out, da Ernst & Young. Nel settore pubblico ha lavorato a supporto di amministrazioni pubbliche in servizi di assistenza tecnica connessi ad operazioni di PPP, all’utilizzo e monitoraggio dei fondi UE, alla riorganizzazione dei processi anche con il supporto di tecnologie ICT, alla valutazione e gestione di regimi d’aiuti alle imprese, alla definizione, implementazione e valutazione di programmi di sviluppo territoriale e, negli ultimi anni, nello sviluppo di processi di revisione della spesa e valorizzazione degli asset in pubbliche amministrazione locali, dove è stato consulente del Dipartimento della Funzione Pubblica e del Formez. Si è laureato, con lode e menzione, in Economia e Commercio all’Università Federico II di Napoli ed è stato cultore della materia in Economia Aziendale all’Università del Sannio.

Andrea Giuricin

Classe 1982. Ha ottenuto con lode la laurea specialistica in Economia presso l’Università Milano Bicocca e ha conseguito il dottorato di ricerca IAPR con una ricerca sul settore aeroportuale. E’ CEO di TRA Consulting, una società di consulenza strategica a Barcellona, Spagna con clienti in Asia e in diversi paesi Europei. Research Fellow presso il think tank Istituto Bruno Leoni, ha scritto diversi libri e pubblicazioni sui temi delle Utilities e di Finanza Pubblica, ripresi anche dalla stampa internazionale (FT, Wall Street Journal, Le Monde, The Guardian, O Globo, Die Welt, Xinhua). È analista per diversi quotidiani (Panorama, Il Fatto Quotidiano, Il Foglio e Diario Economico), programmi televisivi (Rai, Bloomberg TV, Reuters) e speaker presso diverse conferenze internazionali sui temi di Finanza Pubblica e Trasporti. E’ stato professore a contratto in Finanza pubblica e ora è professore a contratto di Mobility Management e Marketing dei Servizi all’Università Milano Bicocca. Nella stessa Università è nel comitato di coordinamento  del Master in Tourism Sales Management, oltre a dirigere la sezione trasporti del centro di ricerca Interuniversitario in Economia del territorio (CRIET). È stato docente anche all’University of Northampton, all’IBMEC – University in Belo Horizonte, Brazil, presso la China Academy of Railway Sciences a Pechino, alla UNED a Madrid, alla Bangkok University College International a Bangkok, Thailand oltre ad avere fatto altri insegnamenti a Bangkok, Madrid e Teheran. Insegna inoltre come professore a contratto per la University of Minnesota, USA. Ha creato l’ufficio studi di NTV di cui cura lo sviluppo e continua come consulente strategico del Presidente e quello di Confturismo, sviluppando analisi specifiche sui temi del trasporto ferroviario e turismo.

Alessandro De Nicola

denicola

Alessandro De Nicola, avvocato, ha una vasta esperienza in diritto commerciale e societario, M&A, diritto della concorrenza e corporate governance. Ha prestato la propria consulenza in complesse operazioni nazionali e transnazionali di acquisizione e ristrutturazioni societarie per i più importanti player del mercato e guida numerosi progetti di corporate governance, con particolare focus nel campo del D.Lgs. 231. Ha patrocinato dinnanzi all’autorità AGCOM (Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato), alla Consob (Commissione Nazionale per le Società e la Borsa) e dinanzi a corti civili ed amministrative. Si è laureato presso l’Università Cattolica di Milano nel 1985; presso l’università di Cambridge ha ottenuto un LL.M nel 1989 e un Ph.D in Corporate Law and Economics nel 2007. Dal 2000 è professore a contratto del corso avanzato di diritto commerciale e dal 2011 del corso di comparative business and European law presso l’Università Bocconi di Milano; è coordinatore scientifico del Master in diritto commerciale e societario organizzato dalla Business School de Il Sole 24 Ore. È stato editorialista de Il Sole 24 Ore, il più diffuso quotidiano finanziario in Europa, dal 2000 al 2011. Dal 2011 è editorialista de L’Espresso, il primo settimanale per diffusione in Italia, e de La Repubblica, il quotidiano con il più ampio numero di lettori in Italia e il primo in Europa per numero di lettori attraverso il proprio sito web. E’ attualmente consigliere di amministrazione nonché presidente o componente di numerosi Organismi di Vigilanza di alcune tra le più importanti società italiane ed internazionali quotate e non (es. banche e imprese assicuratrici).

Roberto Formato

 

Laureato in Ingegneria Gestionale al Politecnico di Milano, ha ottenuto il Master of Science in Tourism Planning and Development all’Università del Surrey in Gran Bretagna e l’Executive Master in Public Management, con specializzazione in Financial Management and Methods, alla Hertie School of Governance di Berlino in Germania. Ha acquisito una vasta esperienza, come dirigente pubblico e privato, ed operando a livello nazionale e internazionale, nell’ambito dello sviluppo territoriale e dei metodi e strumenti per il miglioramento della spesa pubblica. Nei suoi esordi professionali è stato particolarmente esposto ai temi del marketing strategico, avendo operato come Product Manager per Bticino e Responsabile Qualità per Alpitour. Successivamente ha maturato una rilevante esperienza nello sviluppo territoriale quale Responsabile Progetti e Sviluppo per Insud, società pubblica controllata dal Ministero dell’Economia (ora Invitalia), e come Dirigente Turismo e Marketing Territoriale per la Provincia di Napoli e la Regione Campania. Tali esperienze lo hanno portato a sviluppare una crescente consapevolezza circa i limiti e le potenzialità insite nell’azione pubblica, al cui studio e approfondimento ha dedicato una quota crescente della propria attività. Fondatore dello studio professionale di “Ingegneria del Turismo”, al cui tema ha dedicato anche una pubblicazione per i tipi di Edizioni Scientifiche Italiane, è fortemente impegnato nel campo dello sviluppo locale, alternando attività di consulenza e progettazione in Italia con iniziative a livello internazionale. Consulente del Dipartimento della Funzione Pubblica e del Formez nel settore della “spending review”, è attualmente coinvolto quale esperto internazionale in interventi di costruzione della capacità istituzionale e di sviluppo socio- economico e territoriale nell’area del Sud-est Europa e del Medio Oriente.

Carlo Lottieri

Nato a Brescia, classe 1960, ha studiato a Genova, Ginevra e Parigi. Titolare nel biennio 2002-2003 di un incarico per l’insegnamento di Filosofia delle Scienze Sociali all’università di Venezia, dal 2004 insegna materie filosofico-giuridiche all’università di Siena. Dal 2011 è pure docente di Filosofia delle scienze sociali e Filosofia del diritto all’Istituto di filosofia applicata della Facoltà di teologia di Lugano. Tra le sue pubblicazioni vi sono Il pensiero libertario contemporaneo (Liberlibri, 2001), Il libertarismo di Murray N. Rothbard: un confronto e una monografia dedicata al pensiero di Leoni: Le ragioni del diritto. Libertà individuale e ordine giuridico nel pensiero di Bruno Leoni (Rubbettino – Leonardo Facco, 2006). Insieme a Piercamillo Falasca ha scritto Come il federalismo fiscale può salvare il Mezzogiorno (Rubbettino, 2008). L’ultimo suo lavoro è Credere nello Stato? Teologia politica e dissimulazione da Filippo il Bello a WikiLeaks (Rubbettino, 2011). Ha introdotto in Italia numerosi testi classici e contemporanei del pensiero liberale e libertario, e ha promosso la pubblicazione degli scritti di Leoni in Francia, Repubblica ceca, Spagna e Stati Uniti. È nel comitato di redazione del Journal of Libertarian Studies ed è Fellow dell’International Centre of Economic Research.

Angelo Giubileo

IMG_2653

Filosofo e giornalista, esperto di previdenza obbligatoria e complementare. Già cultore della materia presso le cattedre di Filosofia del diritto, Teoria dell’interpretazione e Logica giuridica all’Università degli Studi di Salerno. Socio fondatore dell’ Associazione Nazionale per la Rosa nel Pugno e collaboratore per il gruppo parlamentare della Rosa nel Pugno. Professionalmente, esercita il ruolo di responsabile di processo presso l’INPS. Tra le sue pubblicazioni: Etica della conoscenza (Salerno, 1999), I fondi pensione nel pubblico impiego (Giubileo-Sarti, Parma 2003), Conviene aderire a Espero? (Giubileo- Sarti, Parma 2006), Terzo Rapporto INPDAP sulla previdenza complementare (AA.VV., Roma 2011), L’uomo del neolitico (Roma, 2014).

Giulia Cortese

IMG_2750

Classe 1988, nata a Buenos Aires ma romana di adozione. Linguista e aspirante giornalista professionista, è appassionata di comunicazione in tutte le sue forme. Nel 2010 approda nel Partito Radicale, e da qui inizia il suo impegno nell’associazionismo e nella politica. Firmataria del manifesto “Fermare il Declino” di Oscar Giannino, è frequentatrice di numerosi think-thank sul pensiero liberale.

Giuseppe Milano 

 

Professore Associato di Chimica Industriale presso il Dipartimento di Chimica dell’Università di Salerno. Si laurea con lode in Chimica nel 1995 presso l’Università di Napoli Federico II. Nello stesso anno lavora presso l’Université Joseph Fourier di Grenoble Francia su modellazione di radicali di interesse biologico.  Nel 1999 consegue il Dottorato di Ricerca in Chimica con una tesi in Chimica delle Macromolecole presso l’Università di Salerno. Nel 2000 ha lavorato presso l’Istituto Max Planck di Mainz (Polymer Science) presso il gruppo di Teoria dei Polimeri. Nel 2002 diventa ricercatore di Chimica Industriale presso l’Università di Salerno. Nel 2004-2005 consegue una Humboldt Fellowship svolta presso l’International University Bremen in Germania. Nel 2008 è visiting professor presso la Tohoku University Giappone e nel 2015 presso l’Università di Oslo. Svolge la sua attività di ricerca su modellazione di materiali polimerici ed in generale soft matter. E’ tra gli animatori di “Italia Unita per la Scienza”, movimento che si prefigge la divulgazione delle corrette informazioni scientifiche in contrapposizione al dilagare di notizie distorte e/o prive di qualsiasi fondamento scientifico.

Raffaele Minieri 

 

Nato a Napoli nel 1986 consegue con lode la laurea in giurisprudenza. Si dedica all’insegnamento del diritto ed all’esercizio della più grande arte liberale: la professione forense nel settore penale, perché è convinto della necessità di tutelare i diritti dei più deboli e degli ultimi, gli unici che vivono le pene del carcere. E’ un radicale convintamente liberale, liberista e libertario.

Francesco Bruno

 

Laureato in Giurisprudenza presso l’Università della Calabria, ha frequentato un semestre presso la Fairmont State University (West Virginia, Usa) dove ha studiato International Business, International Marketing and Political Science. Dopo la laurea ha conseguito l’European Master in Law and Economics, studiando presso le Università di Bologna, Hamburg e Rotterdam. Lavora a Roma nel settore dei servizi legali, occupandosi prevalentemente di diritto della concorrenza e private antitrust enforcement. Collabora con l’Institute of Competition Law e con il sito http://www.immoderati.it. Liberale convinto.

Alessio Torelli

 

Nato nel 1987 a Rieti, dove vive. Laureato in scienze politiche all’Università di Perugia, attualmente svolge uno stage nel settore amministrativo di una catena commerciale. Tesoriere dell’ Associazione Sabina Radicale da circa due anni, convinto sostenitore delle battaglie riguardanti carcere e giustizia. E’ stato ed è tuttora militante di varie associazioni, che lo hanno portato ad essere vicino a varie tematiche, come quella dei migranti. Collabora con un giornale online della sua città da qualche mese. Politicamente vicino all’area radicale, vicino ma libero. E’ convinto che solo il dialogo e una grande rivoluzione mentale possano cambiare le sorti del nostro paese e del mondo.Di notte potete incontrarlo con delle cuffie da dj che si dedica ad una delle sue più grandi passioni: selezionare musica reggae e dancehall.

Elia Dall’Aglio

elia

Classe 1991, laureando in scienze politiche. 

Liberalconservatore alla maniera di Montanelli, sogna una destra tutta sua: liberale in economia, con un forte senso dello stato, moderata, europeista. Scrivo per “Immoderati”, “Afterclap” e “Gli Stati Generali e si occupa prevalentemente di giornalismo, politica e tennis.

Luigi Gravagnuolo

gravagnuolo

Nasce l’11 febbraio 1951. Terminato il ginnasio (1966), frequenta il Liceo Classico presso il Collegio Navale “Fr. Morosini” di Venezia (1969), dove consegue la maturità. Si laurea in Filosofia con lode presso l’Università degli Studi “Federico II” di Napoli (1974). Insegna quindi, , salvo che nelle scuole primarie, in tutti gli ordini e gradi dell’istruzione italiana, dalle Scuole Secondarie di I Grado all’Università, Scienze della Comunicazione. Si ritira dal lavoro dipendente nel 2010. Parallelamente all’insegnamento pratica il giornalismo nelle funzioni di cronista, corrispondente e direttore di diverse testate radiofoniche, televisive e cartacee, nazionali e locali. È tra i co-fondatori del Parco Scientifico e Tecnologico di Salerno e delle Aree Interne della Campania (1994) e Vice Presidente Nazionale dell’APSTI (Associazione dei PST Italiani). Negli anni ’90 ha anche diverse esperienze di MKTG Politico-Elettorale e di progettazione e gestione di sviluppo territoriale. Dal ’99 al 2001 è Direttore Generale del Comune di Baronissi (SA), quindi capo staff con attribuzioni dirigenziali presso il Comune di Salerno (2001-2006). Sul piano dell’impegno politico e sociale partecipa dalla prima ora al movimento del ’68. Dopo l’assassinio di Aldo Moro (1978) aderisce al PCI, di cui segue la trafila fino alla fondazione del PD (2007). Nel 2010  non rinnova l’iscrizione al partito e da allora segue un percorso civico in sede locale, senza riferimenti politici nazionali. La carriera professionale e l’impegno politico si incrociano nel 2006, quando viene eletto sindaco di Cava de’ Tirreni (SA). Nel 2010, a seguito delle sue dimissioni dalla carica, si ripresenta al voto non essendo rieletto sindaco. È pertanto consigliere comunale di opposizione tra il 2010 ed il 2015 nella stessa città di Cava de’ Tirreni (SA). In quest’ultimo periodo riprende a scrivere per varie testate locali come notista. Dal 1979 è coniugato con Carmela Colucci, dalla quale ha avuto quattro figli. Per grazia di Dio è tuttora in vita.