Cosa sta accadendo in Francia e cosa potrà succedere in Italia

Cosa sta succedendo in Francia e potrebbe accadere in Italia: molti gli emuli di Le Pen ma di Fillon e Macron, chi?

Si svolgerà il prossimo 23 Aprile 2017 il primo turno delle Elezioni Presidenziali in Francia, il secondo turno è previsto, in caso di ballottaggio, dopo due settimane: il 7 Maggio 2017. La posta in gioco è altissima e le conseguenze politiche, economiche e sociali ci saranno non solo per i cittadini francesi ma per tutti quelli europei, Italia in testa.

Lo scorso Gennaio si sono svolte le primarie nel Partito Socialista dalle quali è risultato vincitore Benoit Hamon, mentre nel Novembre 2016 le primarie del Partito Repubblicano – non praticate in Italia dall’omologa area – sono state vinte da François Fillon. In lizza c’è poi la candidata del Fronte Nazionale, Marine Le Pen che forse dovrà misurarsi con un nuovo “outsider” – l’ex ministro dell’economia Emmanuel Macron – il quale sta raccogliendo consensi trasversali e suscitando ampio dibattito nel paese e curiosità tra gli addetti ai lavori di tutta Europa, anche perché considera la prospettiva europea la sola in grado di offrire alla Francia nuove opportunità di crescita e sicurezza.

Intanto il giovane candidato centrista Macron (classe 1977), intrappolato per alcuni nella logica di non essere né di destra né di sinistra, è dato favorito nei sondaggi e possibile prossimo presidente, vincendo il ballottaggio con Marine Le Pen.
Allo scenario fluido si aggiungono poi le inchieste giudiziarie che riguardano Fillon e la Le Pen che sembrano soprattutto penalizzare il candidato della destra repubblicana. L’elettorato che appoggia la leader del Front National, invece, non sembra dare particolare importanza all’indagine sui fondi del Parlamento europeo con cui la Le Pen avrebbe pagato fittizi assistenti parlamentari.

Francesco Maselli, giornalista corrispondente da Parigi che sta seguendo la campagna elettorale francese, sarà a Salerno il 17 Marzo a raccontare le vicende che stanno segnando una elezione incredibile per i colpi di scena e storica per i risvolti possibili su altri paesi vicini alle prese con dibattiti affini sui temi della sicurezza, della economia, dei diritti civili e della integrazione europea. In Italia la differenza con paese cugino si misura in molti modi, anche dal punto di vista della offerta politica: pare mancare ancora una proposta di centro-destra repubblicano moderno e competitivo così come una credibile opzione politica nuova di scelta alternativa ai grandi partiti classici che non sia caratterizzata da tratti profondamente demagogici ed antieuropeisti. Ne parliamo con Giuseppe Alterio, Gaetano Amatruda, Domenico Campeglia e Antonluca Cuoco.

Venerdì 17 marzo h18.15 c/o Libreria Guida Salerno Imaginesbook

Corso garibaldi 142, Salerno

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...