Lavoratori delle piattaforme a rischio referendum: tranquilli, Di Maio ha un piano

di Piercamillo Falasca su “Strade

di_maio

Il vicepresidente della Camera dei Deputati Luigi Di Maio, fulgida stella della galassia grillina, ha un “piano” per salvare i lavoratori delle piattaforme di gas naturale e petrolio il cui impiego nei prossimi anni è messo a rischio dalla eventuale vittoria del sì al referendum del 17 aprile. Dichiara Di Maio intervistato da La Stampa: “i lavoratori del petrolio hanno tutto il mio rispetto. Ma con due miliardi di investimenti l’anno potremmo ottenere 500 mila nuovi posti di lavoro nelle energie alternative, riassorbendo tutti i lavoratori in esubero”.

Insomma, il piano di Di Maio è sostanzialmente quello di di aggiungere altri due miliardi di euro alla già sovrabbondante spesa pubblica per occupare i lavoratori del settore oil&gas nelle energie alternative. Perché non ci avevamo pensato prima? Soprattutto, perché non abbiamo mai pensato che con 10 miliardi annui di soldi pubblici, o magari 20, o 30, o addirittura 100, potremmo salvare non solo i dipendenti delle piattaforme, ma tantissimi altri disoccupati italiani? Il piano Di Maio è davvero la panacea di tutti i mali italici: più spesa pubblica per creare più lavoro!

LEGGI ARTICOLO COMPLETO

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...