Quel che sappiamo sul virus Zika, oltre bufale e luoghi comuni

di Daniele Oppo su “Strade

zica_aedes

L’epidemia da Zika virus e l’ipotetico collegamento con l’aumento di neonati con microcefalia? Colpa della Fondazione Rockfeller (e di chi sennò?) che ha diffuso il virus (con modificazioni genetiche oscure, ovviamente) chissà per quali malvagi scopi o, in alternativa – ma anche no -, farsa di facciata per nascondere terribili piani delle case farmaceutiche per testare sui bambini nuove potentissime molecole? E l’Oms, ovviamente, è complice, come lo fu con la suina, insieme all’informazione?

Diciamolo subito, il copyright di queste fantasiose ricostruzioni spetta a due persone ben precise: Claudio Messora (alias Byoblu), blogger, ex capoccia dello staff comunicazione del M5S in Europa poi liquidato da Casaleggio (abbonato premium quando si tratta di raccontare complotti-bufala); e Mauro Villone – con il significativo contributo di disinformazione.it (nomen omen, d’altronde) -, sceneggiatore, viaggiatore, blogger per Il Fatto Quotidiano, credulone. Il primo, sul suo blog, suggerisce una storia torbida “di ricombinazioni genetiche che parte da molto, molto lontano e che ha tra i suoi protagonisti la Fondazione Rockefeller”; il secondo – dato che siamo nel regno dell’incertezza – si sente autorizzato a fare ipotesi terribili, letteralmente da “strategia della paura”. Ecco allora che il Brasile povero diventa “un ottimo posto dove lanciare un allarme virus che potrebbe avere due funzioni. Quella di nascondere l’insorgere di una patologia dovuta ad altre cause, come la microcefalia. Oppure quella di spaventare la popolazione sia locale che di tutto il mondo e quindi poter successivamente inventare un vaccino che possa far fare di nuovo molti soldi alle corrotte multinazionali del farmaco”. Ma non basta, lo sceneggiatore vede come ipotesi plausibile anche quella di una microcefalia causata “da un altro tipo di sperimentazione sui feti che le autorità intendono nascondere”.

LEGGI L’ARTICOLO COMPLETO

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...