Assemblea nazionale, Enrico Zanetti: “Scelta Civica avvia il cantiere dell’area moderata”

ass_naz_sc

L’Assemblea nazionale di Scelta Civica, riunita oggi a Roma, ha votato all’unanimità la proposta della segreteria di convocazione straordinaria del congresso del partito da tenersi tra il 15 settembre e il 15 novembre 2016.
“Con questo atto – ha sottolineato il segretario Enrico Zanetti – Scelta Civica avvia, con i fatti negli organi di partito e non con le parole nei convegni, il cantiere dell’area moderata”.
“Il congresso del prossimo autunno sarà aperto a tutti coloro che parteciperanno insieme a noi alle prossime amministrative alla costruzione di liste civiche dei cittadini moderati e liberal-democratici per il buon governo delle nostre città. Potrà essere sincronizzato con i congressi di eventuali altre forze che trovassero la capacità di convergere con chiarezza su un progetto comune con però paletti e caratteristiche precise”.
Numero uno: niente politica dei due forni, siamo terzi rispetti a centrodestra e centrosinistra classici, ma non equidistanti rispetto al centrodestra di Salvini e al centrosinistra di Renzi. Questo vuol dire che sui territori si va da soli o si stringono alleanze con il PD dove, come al governo del Paese, vi è compatibilità nell’azione politica.
Numero due: massima attenzione ai profili di legalità e opportunità politica nella selezione delle candidature nelle liste del movimento, unico marchio di fabbrica di Scelta Civica che non siamo disposti a negoziare.
Numero tre: le parole d’ordine della nostra azione politica devono essere, tra le altre,concorrenza nel privato; trasparenza nel pubblico; sicurezza e difesa comuni per veri Stati Uniti d’Europa; innovazione digitale sempre e ovunque; un fisco più equo al servizio dei cittadini e non dei burocrati; difesa del ceto medio; equità intergenerazionale nella previdenza; sostegno alle famiglie ed alla natalità; rifiuto di ogni populismo strumentale sui temi dell’immigrazione.
“Il voto all’unanimità – ha concluso Zanetti – testimonia una forte coesione e condivisione degli obiettivi e delle prospettive politiche che altre formazioni faticano a trovare e che rendono Scelta Civica, forte di una rappresentanza parlamentare di ben 23 deputati, il naturale punto di partenza del processo di riorganizzazione dell’area moderata che ritiene inconcepibile accodarsi a Salvini e alle sue politiche antieuropeiste”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...