Letture: Antologia degli scritti di Luigi Einaudi

  
a cura di Alberto Giordano(2011) pp 164ISBN: 978-88-6440-045-7Prezzo: 18 €

Il volume è disponibile come e-book presso i seguenti rivenditori:

Amazon.it (Kindle)

eBooksItalia (ePUB)

Ebookizzati (ePUB)

Luigi Einaudi è indubbiamente una tra le figure di maggior prestigio della cultura italiana del Novecento. Insigne economista, eminente uomo di Stato, influentissimo editorialista dei principali quotidiani del paese, viene spesso esaltato quale esempio di onestà, competenza e rigore morale. Eppure, al medesimo tempo, continua a condividere il triste destino che accomuna i liberali italiani d’ogni tempo: molto citati, generalmente apprezzati (anche dagli avversari), talvolta osteggiati, ma sempre scarsamente letti e ancor meno compresi.

I saggi, interventi e discorsi raccolti in questa antologia hanno l’ambizione di invertire una simile tendenza, cercando di gettar luce su alcuni aspetti non troppo noti del suo pensiero. Con il proposito di restituire al pubblico, a cinquant’anni dalla sua scomparsa, l’Einaudi (volutamente) dimenticato: un Einaudi liberista, anti-keynesiano, esaltatore del risparmio privato e nemico del collettivismo.

Una serie di scritti, insomma, che coglie il lamento di un intellettuale liberale di prim’ordine, convinto che la società viva e prosperi solo se ad essa viene garantito il più ampio spazio di autonomia, al riparo dell’invadenza dei poteri pubblici e degli interessi settoriali. Una posizione scomoda e solitaria, sostenuta con coerenza e convinzione anche quando l’evoluzione del nostro paese imboccò sentieri diversi e assai meno felici.

Luigi Einaudi (1874-1961), docente di Scienza delle finanze all’Università di Torino, assunse via via una lunga serie di rilevanti incarichi pubblici e privati. Editorialista de La Stampa e del Corriere della Sera, corrispondente italiano dell’Economist, senatore, Governatore della Banca d’Italia, ministro del bilancio e infine Presidente della Repubblica, portò all’interno delle istituzioni la voce di chi credeva che solo la liberazione delle energie individuali potesse garantire progresso e benessere diffuso. Autore di centinaia di pubblicazioni scientifiche e divulgative, ha scritto tra l’altro Gli ideali di un economista (1921), Miti e paradossi della giustizia tributaria (1938), La guerra e l’unità europea (1948) e Lezioni di politica sociale (1949).

Alberto Giordano (Novi Ligure, 1976) è assegnista di ricerca presso il Dipartimento Giuridico-Politico dell’Università di Milano. Tra le sue pubblicazioni: Il pensiero politico di Luigi Einaudi (2006) e Contro il regime. Panfilo Gentile e l’opposizione liberale alla partitocrazia (2010).

Recensioni e segnalazioni:

Il Gazzettino, 5 dicembre 2011: «Le Lezioni di Einaudi per un liberalismo che sia vero progresso», di Alessandro De Nicola

Radio 24, puntata del 1 aprile 2012 di «Un libro tira l’altro», di Salvatore Carrubba

Libro Aperto, gennaio-marzo 2012, «Luigi Einaudi: in lode del profitto e altri scritti», di Pierluigi Barrotta

Studi Piemontesi, giugno 2013, «In lode del profitto e altri scritti», di Giancarlo Bergami

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...