DigitalTax nazionale: pessima idea

di Oscar Giannino 

  
Condivido quanto ha scritto sulla Stampa Massimo Russo oggi: l’annuncio di Renzi per l’introduzione di una digital tax italiana nel 2017 è una pessima idea. Ma in realtà credo non ci sia da preoccuparcene troppo: mesi fa il premier era radicalmente contrario all’idea, proposta nel pd da Francesco Boccia e dalla minoranza. Ora che deve gettare ponti a sinistra per far passare la riforma del Senato annuncia che ha cambiato idea, ma attenzione che la digital tax arriverà non prima del 2017. State certi che nel frattempo ricambierà idea di nuovo, perchè al MEF sanno benissimo che una tassa nazionale – e non un accordo europeo – sui giganti internet USA si tradurrebbe solo in un enorme autogol a scapito dei clienti italiani e della nostra economia. Oltretutto prestandosi perfettamente a impugnative in sedi internazionali: perchè quando si sottoscrivono Trattati europei e si aderisce a norme OCSE la pretesa nazional-unilaterale di identificare che cosa sia la “stabile organizzazione” di un’impresa transnazionale per renderla soggetto fiscale domestico lede inevitabillmente le norme internazionali che abbiamo sottoscritto. Come già spiegammo illustrando le ragioni del no alle proposte di Boccia, e come qui sotto rispiega il prof. Dario Stevanato…

LEGGI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...