WikiSpesa: Spesa pubblica locale, spese in eccesso

180px-Stemmi-regionali-maglie-400x218

L’ufficio studi di Confcommercio ha diffuso una ricerca basata su dati Istat secondo la classificazione funzionale della spesa pubblica che stima in 176,4 miliardi la spesa per i servizi pubblici locali. Di tale somma 74,1 risultano in eccesso rispetto a quanto sarebbe necessario per garantire ai cittadini di ogni Regione lo stesso livello di prestazioni alle quali hanno accesso i residenti della Lombardia, considerata come benchmark.

Rispetto a una spesa complessiva di 176, 4 miliardi, per ottenere gli attuali beni e servizi pubblici è ipotizzabile un risparmio di 74,1 miliardi annui.

Si potrebbero così evitare casi come quello del Piemonte, dove, come rilevato da Corte Costituzionale e Corte dei Conti, le risorse erogate dallo Stato al fine esclusivo di pagare i debiti scaduti con i fornitori sono state dirottate per finanziare il pregresso disavanzo di amministrazione e di alcune nuove spese in materia sanitaria. Il Piemonte non è l’unica Regione a violare la legge 243, che disciplina l’applicazione dell’art.81 della Costituzione che prevede l’ “equilibrio” fra entrate e uscite., oltre che la riforma del titolo V: le Regioni sono teoricamente vincolate nella possibilità di indebitarsi potendo contrarre debiti soltanto per realizzare investimenti, e non già per spese di competenza, in particolare quella corrente.

VAI ALL’ARTICOLO COMPLETO

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...