Jobs Act o Flop Act?

Un ottimo articolo a firma di Paolo Cardenà su thefielder.net
Uno dei campi di battaglia dove ritualmente si consuma lo scontro tra la propaganda di governo e chi invece cerca di dare un’interpretazione equilibrata ai dati che giungono dai vari enti, è proprio il lavoro e l’occupazione, viste le energie spese dal governo Renzi per la riforma principe della sua politica economica: il Jobs Act. Ecco quindi che ogni mese si assiste al rituale scontro che vede protagonisti lanci d’agenzie (e tweet degli esponenti di governo) per celebrare, nella migliore delle ipotesi, la diminuzione del tasso di disoccupazione di qualche frazione di punto o, come accaduto di recente, la creazione di 200 mila posti di lavoro dalla nascita del governo Renzi. Non c’è dubbio che la creazione di posti di lavoro sia qualcosa di positivo, anche se il ritmo appare assai lento e comunque determinato da una sorta di ripresa economica attribuibile principalmente a fattori esterni irripetibili. Tuttavia, per confermare o no l’ottimismo profuso dal governo, occorrerebbe approfondire l’argomento basandosi su un’analisi un po’ più ampia rispetto al significato di lanci d’agenzia ritualmente somministrati all’opinione pubblica dagli organi d’informazione. Per fare ciò, ci avvarremo di qualche grafico elaborato in base ai dati forniti dall’Istat, e ragioneremo considerando i valori assoluti, poiché quelli espressi in percentuali vengono spesso abusati. Prendiamo ad esempio il tasso di disoccupazione, una variabile che dipende dal numero dei soggetti in cerca d’occupazione (disoccupati). Può capitare (come in effetti è capitato in passato) che il tasso diminuisca per effetto dei soggetti che rinunciano a cercar lavoro. Ecco quindi che il tasso di disoccupazione diminuisce senza che si sia creato un solo posto di lavoro aggiunto. Precisato questo, partiamo dal numero degli occupati:
  

VAI ALL’ARTICOLO COMPLETO

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...