Regione Sicilia – Bilancio 2014

Il caso politico-mediatico sulle presunte intercettazioni che hanno coinvolto Il Presidente della Sicilia Crocetta, ha oscurato l’allarmante situazione finanziaria che emerge dalla relazione sul rendiconto generale pubblicata dalla Corte dei conti.

La relazione rivela che tutti i saldi di bilancio presentano consistenti valori negativi e il risultato di amministrazione contabilizza un cospicuo disavanzo finanziario tra i fondi regionali. Le entrate complessive della Regione sono scese del 10% passando da 19,7 miliardi a 17,6 miliardi, a fronte di spese complessive impegnate che aumentano fino a 19,9 miliardi, rispetto ai 18,4 miliardi del 2013. Continua inoltre a gravare il peso della spesa corrente che vale l’82% dell’intero bilancio. Nessun intervento, seppur più volte annunciato, è stato rivolto alla grande criticità, nota come “stipendificio siciliano”, del costo del personale (938 milioni).

Il debito è cresciuto del 32,53% e la Corte dei conti ha sottolineato come i mutui siano ormai “un’indispensabile fonte di finanziamento della Regione senza che, tuttavia, sia sufficientemente dimostrata, nel medio e nel lungo periodo, la sostenibilità del debito”. Una considerazione che tradotta in previsione, sulla base del passato recente e meno recente della gestione regionale, suggerisce la direzione del default…

LEGGI ARTICOLO COMPLETO SU WIKISPESA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...